Green Pass, Super Green Pass in hotel

Dopo l’entrata in vigore del Super Green Pass il 6 Dicembre 2021 per consentire l’accesso a diversi luoghi pubblici solo a chi è vaccinato o guarito da Covid-19, il Decreto Omicron, in vigore dal 30 dicembre 2021, introduce ulteriori limitazioni per chi non è vaccinato.

Dal 10 gennaio 2022, infatti, sarà necessario il Super Green Pass per accedere alle seguenti attività aperte al pubblico:

  • alberghi e strutture ricettive
  • mezzi pubblici locali e non: aerei, navi, tutti i tipi di treni, autobus, tram, metropolitane
  • feste dopo matrimoni
  • sagre e fiere
  • convegni e congressi
  • ristoranti anche all’aperto
  • impianti sciistici
  • centri benessere anche all’aperto
  • centri culturali, sociali, ricreativi
  • piscine, centri natatori, sport di squadra all’aperto

Il Decreto Festività, inoltre, introduce dal 25 dicembre 2021 il “Mega Green Pass”, rilasciato a chi ha eseguito la dose booster di vaccino anti-Covid19.

SUPER GREEN PASS E ALBERGHI: ULTIME NOTIZIE

PER SOGGIORNARE IN HOTEL SERVE IL SUPER GREEN PASS

Il Decreto Legge Omicron, introdotto il 30 dicembre 2021 per arginare la diffusione della variante Omicron, introduce l'obbligo di Super Green Pass anche per l’accesso ad alberghi e strutture ricettive.

Per questo motivo, dal 10 gennaio 2022, chi vuole soggiornare in hotel dovrà dimostrare di essere vaccinato o guarito dal Covid-19 per accedere alla sala ristorante, al bar, al centro benessere, alla piscina e a qualsiasi altro servizio dell’hotel.

COVID-19 e SPOSTAMENTI FRA REGIONI

Secondo il Decreto Omicron, dal 10 gennaio 2022, per spostarsi fra regioni e anche in città occorre essere muniti di Super Green Pass, cioè essere vaccinati o guariti dal Covid-19. Inoltre, occorre indossare la mascherina Ffp2. Questo provvedimento vale per qualsiasi tipo di treno, aerei, navi, autobus, tram e metropolitane.

Green Pass e alberghi

Il Decreto Festività, in vigore dal 6 dicembre 2021, prescriveva l’obbligo di Green Pass semplice per soggiornare in hotel, certificazione che si ottiene dopo esecuzione di vaccino anti-Covid-19, guarigione dalla malattia, esecuzione di tampone molecolare e antigenico.

Visto il rapido peggioramento della situazione epidemiologica dovuto alla diffusione della variante Omicron, il 30 dicembre 2021 è stato emanato il Decreto Legge Omicron, che prescrive l’obbligo di Super Green Pass in diverse situazioni pubbliche prima accessibili anche con un semplice tampone, che dal 10 gennaio diventano, invece, soggette a limitazioni.

Tra queste, anche il soggiorno in alberghi e strutture ricettive per cui dal 10 gennaio per trascorrere una vacanza in hotel e accedere a tutti i servizi della struttura è necessario aver fatto il vaccino o essere guariti dal Covid-19.

Serve, quindi, il Super Green Pass.

Chi soggiorna in hotel può accedere, sempre munito di Super Green Pass, anche al ristorante e al bar dell’hotel per cui è possibile per gli hotel applicare i trattamenti di bed&breakfast, mezza pensione e pensione completa.

Allo stesso modo, il Super Green Pass consente anche l’accesso ad alcune attività e servizi al chiuso messi a disposizione dall’hotel, come palestra, piscina coperta e centro benessere.

green pass obbligatorio

Dove è obbligatorio il Super Green Pass?

Dal 10 gennaio 2022, il Super Green Pass è necessario per accedere ad alberghi e strutture ricettive, mezzi di trasporto pubblici (locali e non), fiere e sagre, congressi, feste dopo matrimoni, ristoranti e bar, impianti sciistici, centri benessere all’aperto, centri sociali e culturali, piscine, sport di squadra all’aperto.

Quste le novità introdotte dal Decreto Omicron e in vigore a partire dal 10 gennaio 2022.

Resta valido, inoltre, l’obbligo di Super Green Pass per accedere a: ristoranti e bar, palestre, musei, mostre, cinema, teatri, spettacoli, centri benessere, eventi sportivi all’aperto e al chiuso. All’interno di cinema, teatri, musei, eventi sportivi, mezzi di trasporto dal 25 dicembre 2021 al 31 marzo 2022 è necessario indossare la mascherina Ffp2 ed è vietato consumare cibi e bevande.

Dove si può entrare con il Green Pass “semplice”?

Chi non è vaccinato o guarito dal Covid-19, ma esegue solo il tampone antigenico o molecolare, può continuare per ora a recarsi al lavoro. A partire dal 15 gennaio 2022 deve essere esibito per accedere nei negozi (fatte salve delle categorie che non sono state ancora rese note) e dal dal 20 gennaio 2022 è obbligatorio per accedere a: uffici postali, banche, barbieri, parrucchieri, centri estetici.

Chi ha già il green pass da vaccinazione o guarigione, dal 6 dicembre deve scaricarne un altro?

Chi si è vaccinato o è guarito dal Covid-19 prima dell’entrata in vigore del Super Green Pass non dovrà scaricare un nuovo certificato: sarà l’app VerificaC-19 ad aggiornarsi e a segnalare all’operatore se il Green pass presentato è quello “base”, ottenuto cioè con un semplice tampone.

Blocco e sblocco del Super Green Pass

Il Super Green Pass viene bloccao automaticamente quando si esegue un tampone antigenico o molecolare con esito positivo. Si riattiverà automaticamente quando si esegue un tampone con esito negativo.

Come si ottiene il Green Pass?

Il Green Pass semplice viene rilasciato a chi è guarito dal Covid-19, a chi ha concluso o intrapreso il ciclo di vaccinazione e a chi risulta negativo a un test molecolare o antigenico. Il Super Green Pass, invece, viene rilasciato solo a chi ha eseguito il vaccino anti-Covid-19 e a chi è guarito dalla malattia. Il Mega Green Pass, introdotto dal Decreto Festività in vigore dal 25 dicembre 2021, viene rilasciato a chi ha eseguito la dose booster di vaccino dopo la seconda dose.

La Piattaforma nazionale del Ministero della Salute emette in automatico un codice AUTHCODE e lo trasmette tramite SMS o via e-mail. A quel punto, ci sono vari modi per ottenere il Certificato Verde.

Metodi digitali per acquisire il certificato:

  • sul sito https://www.dgc.gov.it/web/: accedi tramite identità digitale Spid/CIE o tessera sanitaria (ultime 8 cifre del n. di tessera e data di scadenza) inserisci il codice univoco ricevuto con tampone molecolare (CUN), tampone antigenico rapido (NRFE), certificato di guarigione(NUCG) oppure il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS.

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: ottieni il certificato in formato scaricabile e stampabile (PDF).

  • App Immuni: accedi alla sezione “EU digital COVID certificate” tramite tessera sanitaria (ultime 8 cifre e data di scadenza) e inserisci uno dei codici univoci ricevuti con il tampone molecolare (CUN), tampone antigenico rapido (NRFE), cerificato di guarigione (NUCG) oppure il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS.

  • app IO: riceverai un messaggio ogni volta che sarà disponibile un certificato e in automatico IO scaricherà dalla piattaforma nazionale il QR code da mostrare direttamente o salvare sullo smartphone.

Metodi fisici: attraverso il medico di famiglia e il farmacista puoi ottenere il certificato in formato digitale o cartaceo fornendo il codice fiscale e i dati della tessera sanitaria.

Quanto tempo vale il Green Pass?

Il certificato verde ha validità 6 mesi (dal primo tampone positivo) in caso di avvenuta guarigione dal Covid-19, di 48 ore in caso di negatività al test antigenico e 72 ore in caso di negatività al test molecolare.

In caso di completamento del ciclo vaccinale o di vaccino a dose unica, la validità è ora di 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale. Se è stata effettuata solo la prima dose di vaccino, la validità è dal quindicesimo giorno dalla somministrazione fino alla data prevista per il completamento del ciclo.

Dopo la terza dose booster di vaccino, la validità del Super Green Pass sarà di altri 6 mesi.

Come scaricare il Green Pass?

Ecco gli step per richiedere la certificazione verde:

  1. Dopo la vaccinazione, il test (molecolare o rapido) negativo o la guarigione da Covid-19, la Certificazione viene emessa automaticamente in formato digitale e stampabile dalla Piattaforma nazionale del Ministero della Salute

  2. Quando la Certificazione è disponibile, ricevi un codice di autenticazione (AUTHCODE) e le istruzioni per recuperare la certificazione.

  3. Puoi ottenere la Certificazione attraverso diversi canali: sito https://www.dgc.gov.it/web/, app Immuni, app IO e Fascicolo Sanitario Elettronico. Se non hai dimestichezza con gli strumenti digitali, puoi anche rivolgerti al medico o al farmacista.

  4. La Certificazione contiene un QR code digitale e stampabile da mostrare alle autorità preposte al controllo.

  5. La verifica dell’autenticità del certificato è effettuata dagli operatori autorizzati, attraverso l'app VerifacC19

  6. Il verificatore può chiederti anche un documento di identità in corso di validità.

Per approfondire:

Come gestire chi viene dall’estero

A Dicembre 2021, nel pieno della quarta ondata di Covid-19 e in presenza di una forte impennata della curva epidemica in parte dovuta alla diffusione della variante Omicron, i vari paesi europei hanno varato misure speciali per impedire la diffusione del virus. Per questo motivo, oggi per entrare in un paese europeo non è più sufficiente il Green Pass ma occorre un periodo di quarantena all’ingresso la cui durata dipende dal paese in questione.

Chi entra in Italia da un paese di fascia C deve mostrare il green pass attestante lal vaccinazione, un tampone molecolare (eseguito entro 48 ore dall’ingresso) o antigenico (eseguito entro 24 ore) negativo. Chi non è vaccinato, oltre al tampone negativo, deve osservare un isolamento fiduciario di 5 giorni.

Suggeriamo di far riferimento alle fonti ufficiali per restare sempre correttamente informati sulle misure in vigore in Europa e sulle procedure previste in caso di ingresso in Italia dall’estero.

Per approfondire:
https://www.dgc.gov.it/web/
https://infocovid.viaggiaresicuri.it/

FAQ - DOMANDE FREQUENTI

Serve il Super Green Pass per andare in albergo?
Si, dal 10 gennaio 2022 è necessario il Super green pass, ottenibile dopo guarigione dal Covid-19 o vaccinazione.
Ho 2 figli sotto i 12 anni non vaccinati. Posso portarli in hotel?
Si, per il momento non è obbligatorio il Super Green Pass per i bambini sotto i 12 anni.
Serve il Super Green pass per andare a Rimini?
Per utilizzare i mezzi di trasporto pubblico (locale e non) dal 10 gennaio 2022 è necessario il Super Green Pass ed è obbligatorio indossare la mascherina Ffp2.
Dov’è obbligatorio il Super Green Pass?
Il Green Pass rafforzato è obbligatorio per accedere a: ristoranti e bar, spettacoli, eventi sportivi all’aperto e al chiuso, cinema, teatri, musei, mostre, palestre, piscine, centri benessere. Dal 10 gennaio, anche per soggiornare in hotel, usare i mezzi pubblici, accedere a impianti sciistici, piscine, centri benessere all’aperto, sport di squadra all’aperto.
Serve il Green Pass per andare a lavorare?
Il 05 gennaio 2022 è stato introdotto l’obbligo vaccinale per il personale universitario e per gli over 50 italiani e stranieri residenti in Italia; a tal proposito - dal 15 febbraio 2022 - tutti i lavoratori (pubblici e privati) over 50 dovranno essere in possesso del Super Green Pass per recarsi a lavoro. Il vaccino dovrà essere somministrato entro il 31 gennaio 2022, perché il Certificato Verde viene rilasciato 15 giorni dopo la prima dose del vaccino.
Il Super Green Pass va scaricato come un nuovo certificato?
No, chi si è vaccinato o è guarito dal Covid-19 conserverà il QR code usato fino a questo momento. Sarà l’app di VerificaC19 a subire un aggiornamento.
Il Green pass serve anche per i bambini?
Si, a partire dai 12 anni di età, secondo il decreto legge Covid approvato il 22 luglio 2021.
Cos’è il Green Pass base?
Un documento gratuito con QR code che viene rilasciato a chi ha effettuato una o entrambe le dosi di vaccino anti-Covid19, a chi è guarito da Covid-19 e a chi effettua un test molecolare o antigenico con esito negativo.
Chi rilascia il Green Pass?
La Piattaforma nazionale del Ministero della Salute, sulla base delle informazioni su vaccinazioni, test molecolari o rapidi e guarigioni da Covid-19 trasmesse da regioni, province autonome, medici di base, laboratori analisi e farmacie.
Come ottenere il Green Pass senza lo Spid?
Quando ricevi il codice AUTHCODE vai sul sito https://www.dgc.gov.it/web/ o sull app immuni e inserisci numero di tessera sanitaria e data scadenza. In alternativa puoi rivolgerti al medico, al pediatra o al farmacista.
Ho i requisiti ma non ho ricevuto il Green Pass. Come fare
Puoi recuperare il codice AUTHCODE e scaricare il Green Pass in autonomia. Clicca qui per accedere al servizio.
Quando avrò il Green Pass dopo la prima dose di vaccino?
Il Green Pass arriva il 12° giorno dopo la prima dose di vaccino ed è valido a partire dal 15° giorno dalla prima dose fino alla somministrazione della seconda dose. Dopo 2-3 giorni dalla seconda dose si riceve il Green Pass definitivo.
Non sono iscritto al SSN e non ho la tessera sanitaria. Come faccio ad ottenere il certificato verde?
Inserisci sul sito https://www.dgc.gov.it/web/ il codice AUTHCODE ricevuto per SMS o email insieme al numero di documento che hai comunicato al momento del tampone o dell’emissione del certificato di guarigione.
Sono incinta. Come ottengo il Green Pass?
Chiedi consiglio al tuo medico sull’opportunità di effettuare il vaccino anti-Covid19 in gravidanza. Nel caso non fosse possibile, puoi effettuare un test molecolare o antigenico (rapido) al bisogno: la validità del Green Pass in questo caso è di 48 ore.
Non posso vaccinarmi. Come ottengo il Green Pass?
Nel caso in cui sia impossibile ricevere il vaccino o completare il ciclo vaccinale per notivi di salute, fino al 30 Settembre è possibile accedere agli esercizi che richiedono il Green Pass esibendo la Certificazione di esenzione dalla vaccinazione, che viene rilasciata dai Servizi Vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di Medicina Generale o dai Pediatri di libera scelta.
Chi è esente dall’obbligo di Green Pass?
I bambini al di sotto dei 12 anni di età, coloro che non possono vaccinarsi per motivi di salute (fino al 30 Settembre in questo caso si può richiedere un Certificato di Esenzione dalla vaccinazione) e coloro che sono stati vaccinati con ReiThera nell’ambito della sperimentazione Covitar.
Quanto tempo vale il Green Pass?
In caso di vaccinazione, la Certificazione verde va dal 15° giorno dalla somministrazione della prima dose fino alla seconda. Dopo la seconda dose o l’unica dose, la validità è 6 mesi (a partire dal 15° gg dalla dose unica nel caso dei vaccini con una sola somministrazione). Con tampone ad esito negativo la validità è di 48 ore in caso di test antigenico e 72 ore in caso di test molecolare. In caso di guarigione da Covid-19, la validità è di 6 mesi a partire dal 1° tampone positivo.
Dopo la terza dose di vaccino si riceve un nuovo Green Pass?
Si, dopo la dose booster di vaccino anti-Covid-19 viene rilasciato un nuovo Green Pass, della validità di 6 mesi. Dal 12 novembre 2021, il Green Pass contiene l’indicazione delle dosi effettuate: 2 di 2 in caso di richiamo dopo vaccino monodose, 2 di 2 in caso di richiamo dopo dose unica seguita a guarigione dal Covid-19, 3 di 3 in caso di richiamo dopo aver eseguito un intero ciclo vaccinale.
Quali sono le sanzioni per chi non ha il Green Pass?
Chi viene trovato senza Green Pass in un luogo dove è obbligatorio, sarà sanzionato con una multa da 400 a 1000 €. Oltre a ciò, rischia una denuncia penale nel caso si riscontrasse una discrepanza tra green pass mostrato all’ingresso e identità.
I ristoratori sono autorizzati a richiedere i documenti ai clienti?
Si, a loro discrezione. Non sono obbligati a richiedere il documento di identità, ma possono farlo in caso di dubbio sulla reale intestazione del Green Pass mostrato all’ingresso.
Sono obbligato a mostrare i miei documenti oltre al Green Pass?
Si, nessuno può rifiutarsi di mostrare un documento di identità, anche se a richiederlo non è un pubblico ufficiale. Ciò significa che il documento deve essere mostrato anche agli esercenti delle attività dove il Green Pass obbligatorio, qualora venga richiesto.
Perchè ho ricevuto il Green Pass dopo la prima dose ma non risulta valido?
Il Green Pass viene rilasciato il 12° giorno dopo la prima dose di vaccino, ma è valido a partire dal 15° giorno e fino alla somministrazione della seconda dose.
L’app VerificaC19 funziona anche offline?
Si, ma solo dopo una prima connessione a internet giornaliera.
A chi mi rivolgo per informazioni e assistenza?
Per informazioni sul certificato verde e sugli aspetti tecnici della richiesta, puoi chiamare il Call center 800 91 24 91 (attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20) o scrivere a cittadini@dgc.gov.it.
  • Sezione informativa per albergatori ed ospiti a cura di info alberghi srl